Imparare il tedesco con i propri figli: istruzioni per l’uso

mamma e figlio fanno bolle di sapone
Imparare insieme ai propri figli

Ho da poco avuto un’idea nuova e l’ho subito proposta: corsi di tedesco per mamma e bambino, definiti ufficialmente “corsi di tedesco Mamma & Baby”. Ho scelto la parola Baby, perché per me è importante sottolineare che sono intesi entrambi i generi (maschile e femminile).

Questo corso, apparentemente banale, rappresenta una vera e propria rivoluzione per l’Italia, dove non si è abituati ad integrare il proprio figlio o figlia nelle normali attività, come il lavoro, lo studio o l’attività fisica. Quanti articoli di giornale vi vengono in mente pensando a scandalosi allontanamenti di giovani madri universitarie colpevoli di aver portato il proprio bebè a lezione?

Disturba. Piange. Magari ha fame. Non è il luogo adatto. E allora quale sarà mai il luogo adatto ad un neonato o neonata, se non accanto a sua madre?

Come diceva Gandhi: “Sii il cambiamento che vorresti vedere avvenire nel mondo.”

E dunque eccolo un primo passo verso il cambiamento di mentalità. Una creatura non deve più essere vista come un peso, ma come una ricchezza, una risorsa fondamentale da integrare nella propria vita, senza rinunciare a niente, neanche allo studio di una lingua straniera, come il tedesco. Siamo noi adulti che dobbiamo adeguarci alle esigenze dei piccoli e non il contrario. Per questo motivo ho creato un corso su misura per mamma e baby che segua il loro ritmo e si adegui alle loro esigenze. I nostri piccoli sono il nostro futuro e la base fondamentale dell’educazione è l’esempio. Diamo quindi il buon esempio, investiamo nella nostra cultura e formazione e integriamo i nostri tesori nella nostra vita.

mamma con bambina leggono un libro
Mamma e figlia imparano insieme

Come funziona il corso di tedesco “mamma e baby”?

A livello di contenuto è uguale agli altri corsi di tedesco di Speakable: c’è molta conversazione, giochi di ruolo, giochi didattici, ma anche grammatica. La differenza sta nel ritmo: molto più dolce, in modo da assecondare le pause “pappa”, “pannolino” ecc. dettate dai piccoli presenti.

E se ad un certo punto regna il caos? se dovesse succedere, si fa un pausa e si recupera la calma. Non è grave.

E se con il mio bebè proprio non riesco a concentrarmi? c’è la possibilità di prenotare, al momento dell’iscrizione, il servizio baby sitter. Una persona competente seguirà i bimbi nella stanza accanto.

Non resta che provare e aiutarmi a mettere in moto questo cambiamento.

Per informazioni su orari e costo, consultare questa pagina

 

1 thought on “Imparare il tedesco con i propri figli: istruzioni per l’uso

Comments are closed.